La canzone di Antiochia

1.
Signori, state quieti, non fate più rumore
se volete ascoltare una canzone illustre.
Nessun giullare a voi ne dirà una migliore
e amarla noi dobbiamo e tenerla in gran conto,
ché il prode può trovarvi molte storie esemplari.
Posso davvero dire e a chi ascolta affermare
che mai miglior fu detta -se ben sai giudicare-
della Santa Città che è degna d’ogni lode,
dove si lasciò Cristo straziare e malmenare
e colpire di lancia e piagare e ferire;
chi ben la vuol chiamare dice: Gerusalemme.
Questi nuovi giullari che ne cantan la storia
han  lasciato da parte proprio il suo vero inizio,
ma Graindor de Douai non vuol dimenticarlo,
lui che ha rimesso a nuovo tutti quanti i suoi versi.
Or di Gerusalemme sentirete parlare
e di quelli che andarono a onorare il Sepolcro
e come da ogni dove riunirono le armate.
Di Francia, dal Berry e anche dall’Alvernia,
di Puglia e di Calabria sino al mar di Barletta
e di qua fino alla Gallia convocaron le genti
e da tante altre terre non so nominare:
di un tal pellegrinaggio mai si sentì parlare.
Per Cristo toccò loro patire molte pene,
e sete e fame e freddo, vegliare e digiunare;
Domineddio ha dovuto ricompensarli tutti
e portarne le anime a sé, nella sua gloria.


a cura di Gioia Zaganelli
“Crociate. Testi storici e poetici” Arnoldo Mondadori Editore

Annunci

3 thoughts on “La canzone di Antiochia

  1. Se questa è la premessa del libro..dev'esser davvero promettente! Grazie della segnalazione, Sara!!P.S. Stai benissimo in costume, finalmente una degna e veritiera immagine medievale (sai bene cosa si vede nei film…brrrrr)!!! A presto!!!

  2. “La canzone d'Antiochia” è un poema epico scritto dopo la prima crociata e ricorda la vittoria del mondo cristiano sull'Oriente islamico.
    Il libro della Meridiani è ben fatto perché ha una traduzione ottima e tantissime note per capire meglio, anche se ha il difetto di essere un'antologia delle opere.

    Grazie per i complimenti per gli abiti. ^_^
    E sì quelli dei film sono dei veri obbrobri a volte, ma non ti consiglio di andare a vedere un film al cinema con un rievocatore perché rompiamo le scatole per ogni singolo oggetto/arma/vestito non storicamente corretto.
    Se vuoi provare l'emozione fai una bella proiezione a casa dove non paghi il prezzo del biglietto. 😉

    Buona giornata a te e buon lavoro (anche se non commento, ti seguo sul tuo blog)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...